Sartoria Peluso, Napoli.

Pino Peluso
Flag_of_the_United_Kingdom Hello, today I want to tell you about Pino Peluso, master tailor homonymous Sartoria PelusoI had the pleasure to interview Pino and share some thoughts on the Neapolitan culture when we met on the first floor of an ancient palace of the Chiaia district (Center of Naples)

Only 42-year old but already a master tailor, with a great career behind him; descending from a long family of tailors, as a child, Pino showed much passion and desire to learn, and in fact began his apprenticeship at his family’s tailors, starting with the most menial tasks working  up to the creation of a full jacket.

“Master Tailor”, “one who can teach others the art of the trade”. Many years ago in the Neapolitan tailors used to give the Master only one who was able to watch and encourage other expert tailors being so “O’Mast”.

From 2004 onwards, Pino has climbed a mountain, starting with his first degree in designing tailored to then take another one in 2005, but always in designing clothes for both men and women. In 2008 his “mess” is rewarded with the prize “Le Forbici d’oro”, but it doesn’t end there as in 2010 he was appointed director of the “C.E.D.A.S. (Camera Europea Dell’Alta Sartoria)” and in 2014 will be Vice-President of this.

At present, Pino now discloses the art of tailoring to juvenile boys in Nisida prison.

The Peluso jacket which fully respects the canons of traditional Neapolitan Sartorial, was created entirely by hand and canvassed but with new interpretations on some small details. For example: the boat-shaped breast pocket has a special shape, straight at the bottom and slightly Arched in that high, just like the shape of a boat immersed in water. Another detail is the tip of the lapels slightly rounded, so as to be more gentle and refined. The Shoulder will be “a Camicia” or normal depending on how the customer wants.

The cut is made from Pino, without patterns, using only the body size of the customer and respecting the pattern of the fabric, going to support the bricks in the finished garment, as tradition dictates.

Here are some shots of a dress ready for the first test, (made with one single sleeve of jacket) and the exciting atmosphere of the Sartoria Peluso. See you soon, Nicola.

Italy_flag– Salve, oggi voglio parlarvi di Pino Peluso, master tailor dell’omonima Sartoria Peluso. , di cui ho avuto il piacere intervistare e condividere alcuni pensieri sulla cultura napoletana, nella sua “bottega”, collocata al 1 piano di un palazzo antico del quartiere Chiaia. 

Soltanto 42enne ma già maestro sarto, con una gran carriera alle sue spalle; discendente di una lunga famiglia di sarti, fin da piccolo, Pino, mostrava questa gran passione e voglia di apprendere, infatti iniziò il suo apprendistato presso la sartoria di famiglia, iniziando con le mansioni più umili fino a alla creazione di una giacca completa.

– “Maestro Sarto”, “colui che capace di insegnare ad altri l’arte del mestiere”. Molti anni fa nelle sartorie napoletane si usava dare del Maestro solo a colui che era in grado di visionare e consigliare altri sarti esperti come se fosse un maestro dei maestri .-

Dal 2004 in poi, Pino ha scalato una montagna, iniziando con il suo primo diploma in modellista su misura per poi prenderne un altro (“per curiosità”) nel 2005 , sempre in modellista ma per abiti sia maschili che femminili e successivamente  un ulteriore diploma in “Direttore Tecnico Qualità e produzioni” . Nel 2008 la sua “gavetta” viene premiata, con il premio “Le forbici d’oro Napoli”;ma non finisce qui: nel 2010 viene nominato consigliere della “C.E.D.A.S. (Camera Europea Dell’Alta Sartoria)” e nel 2014 Vice-presidente di questa.

Dal 2015 Pino, divulga l’arte sartoriale anche ai ragazzi del penitenziario minorile di Nisida.

La giacca Peluso, rispetta a pieno i canoni della tradizione Sartoriale Napoletana, totalmente creata a mano e intelata, ma con piccole rivisitazioni di alcuni dettagli a cui Pino tiene molto: il taschino a barchetta ha una forma particolare, dritta nella parte inferiore e leggermente più incurvata in quella alta, proprio come la forma di una barca immersa nell’acqua. Altro particolare è la punta del revers leggermente arrotondata, in modo da risultare più dolce e raffinata. La spalla potrà essere “a Camicia”, ma anche normale, a seconda della preferenza imposta dal cliente. 

Il taglio viene effettuato da Pino, senza cartamodelli, sfruttando solo le misure corporee del cliente e rispettando il pattern del tessuto, andando ad affiancare i quadroni nel capo finito, come la tradizione vuole.

Di seguito alcuni scatti, di un abito pronto per la prima prova, (effettuata con 1 sola manica di giacca) e dell’atmosfera coinvolgente della Sartoria Peluso. A presto, Nicola.
14Pino Grande20
13

9 23 7
1st fitting/Prima prova.

8 6
Pino Peluso shoulder.

1 10
The Pino Peluso boat-shaped breast pocket/ Il taschino a barchetta di Pino Peluso. 

11 12 17 15 18 24
Sariana patch pocket/La tasca di una giacca sariana.

25 21 19
I vari strati di una giacca/The various layers of a jacket.

26 4 22 2 Some fabrics.

3 5


Sartoria Peluso.

VIA G. MARTUCCI 72 (PIAZZA AMEDEO), NAPLES.
☎️(+39) 081  246 1692
HTTP://WWW.PINOPELUSOSARTORIA.IT



Untitled-3

One thought on “Sartoria Peluso, Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *