Sartoria Ciardi – 1934.

IMG_6647 copy

EN: “The first time I came in Sartoria Ciardi i was very stunned by it. What I saw was much more than I expeted. A real “archive”of experience, passion,perseverance, hard work and Neapolitan. “

In operation about 70 years Renato Ciardi, disciple of Angelo Blasi, still enjoys and respects those who are the canons of authentic Neapolitans tailoring. Renamed in the world for the production of a “soft coat” and a “dress that breathes” and recognized by  The Rake Japan among the best tailors in the world.

Not only a boutique but also a place of cultural interest.

A place where customers also love to just take a coffee to spend a few minutes of quiet in company of the Renato’s childrens, Roberto and Vincenzo.

The passion for their work, the choice of fine fabrics and the respect for the canons of Neapolitans Tailoring, do Ciardi family one of the few true Tailors remained outstanding.

Here are some shots that portray Vincenzo struggling with a model and Don Pasquale intent to cut the cupro canvas  for the lining of a jacket.

IT: “La prima volta che entrai nella Sartoria Ciardi rimasi molto colpito. Ciò che mi trovai davanti fu molto di più di quanto mi aspettassi. Un vero e proprio archivio di esperienza, passione, costanza, duro lavoro e Napoletantà.” 

In attività da circa 70 anni Renato Ciardi, diretto discepolo del maestro Angelo Blasi, ancora oggi vanta e rispetta quelli che sono i canoni dell’autentica Sartoria Napoletana. Rinomata nel mondo per la produzione di una “giacca morbida” e di un “Abito che respira” e riconosciuta da The Rake Japan tra le migliori sartorie al mondo. 

Non solo una boutique ma anche un luogo di interesse culturale. 

Un luogo in cui i clienti amano anche prendere solo un caffè per  passare pochi minuti di tranquillità in compagnia dei figli di Renato,Roberto e Vincenzo.

La passione per il proprio lavoro, la scelta di tessuti pregiati e il rispetto dei canoni della Sartoria Napoletana, fanno della famiglia Ciardi una delle poche Vere Sartorie rimaste in circolazione.

Ecco alcuni scatti che ritraggono Vincenzo alle prese con un modello e Don Pasquale intento a tagliare la tela in cupo per la fodera di una giacca.

IMG_6629 copy IMG_6621 copy Untitlssed-1 IMG_6612 copy IMG_6639 copy IMG_6588 copy IMG_6600 copy

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *